Foto articolo dedica

A chi è dedicata Baby You’re a Rich Man dei Beatles?

Chi è il misterioso destinatario delle parole di Baby You’re A Rich Man dei Beatles? Fino ad adesso l’indiziato principale è stato Brian Epstein, ma il testo di un pezzo dei Beach Boys (Vegetables) potrebbe farci cambiare idea.

UNA NUOVA TEORIA SUL DESTINATARIO DI BABY YOU’RE A RICH MAN DEI BEATLES

A chi è dedicata Baby You’re a Rich Man, composta da John Lennon e Paul McCartney?
La maggior parte dei critici e appassionati sembra puntare il dito verso Brian Epstein, manager del gruppo e di fondamentale importanza nella scoperta e nella valorizzazione commerciale dei quattro.

Ma alcuni indizi potrebbero portarci su un’altra strada, un’ipotesi suggestiva ed emozionante.

ALL YOU NEED IS LOVE, UNO SPETTACOLO MEMORABILE

Il 25 Agosto 1967 i Beatles suonano All You Need Is Love in mondovisione nella trasmissione televisiva Our World. L’evento viene ripreso via satellite da 25 nazioni.
Sul palco sono presenti tanti ospiti d’eccezione; famigliari, compagni e amici dei quattro di Liverpool. Ci sono Mike McGear e Jane Asher, (fratello e moglie di Paul), Eric Clapton, Mick Jagger, Keith Moon, Marianne Faithfull, Keith Richards, Graham Nash e la moglie di George Harrison (Pattie Boyd).

Il logo della trasmissione Our World è un omino stilizzato che richiama l'uomo vitruviano.
Il programma Our World (Il Nostro Mondo in Italia) è stato il primo ad essere trasmesso in mondovisione. Furono lanciati servizi in diretta da ogni paese partecipante. Dall’Italia vennero proposti collegamenti dalla provincia di Milano, dove si esibirono due olimpici d’equitazione, e da Tuscania, dove Zeffirelli stava girando Romeo e Giulietta.

LA MORTE DI BRIAN EPSTEIN

Qualche giorno dopo (il 27 agosto) arriva la brutta notizia della morte di Brian Epstein, dovuta a un’apparentemente accidentale overdose di medicinali. Brian era un elemento molto importante per la stabilità del gruppo. La sua morte fu probabilmente uno dei fattori che influì in parte sul futuro scioglimento, o almeno ne velocizzò l’avvento.
Paul McCartney ritenne fondamentale continuare a concentrarsi sulla registrazione di Magical Mystery Tour, album che contiene proprio Baby You’re A Rich Man. Le registrazioni termineranno nel Novembre del 1967.
Il singolo All You Need Is Love/Baby You’re a Rich Man era già stato pubblicato il 7 Luglio.

Copertina della biografia di Brian Epstein. Edizioni Arcana. Brian Epstein su un sedia a dondolo.
Brian Epstein, Una Cantina Piena di Rumore.
Oltre a curare gli interessi dei Beatles Brian supportò altri (più o meno) importanti artisti, tra cui Cilla Black, The Big Three, Gerry & The Pacemakers, Billy J. Kramer & The Dakotas, i Rustiks, Paddy, Klaus & Gibson, Tommy Quickly.

BABY YOU’RE A RICH MAN DEDICATA A BRIAN EPSTEIN, PERCHÉ LA TEORIA NON TORNA

Sono in molti a vedere in Brian Epstein il personaggio indicato nel testo di Baby You’re A Rich Man. Questo per due motivi fondamentali. Il primo sarebbe che la persone è identificata come “one of the beautiful people” che può stare a significare un hippie (e non è questo il caso) o una persona che frequenta artisti o personaggi di tendenza (“la bella gente”). Il secondo è che Lennon, a un certo punto della canzone, rivolgerebbe al destinatario del brano le parole “rich fag jew” (ricco frocio ebreo). Brian Epstein in effetti era omosessuale e di origine ebraica.

Copertina del singolo Baby You're a Rich Man/All You Need is Love. Beatles in primo piano separati da riquadri.
Baby You’re A Rich Man era stata la prima canzone ad essere registrata per il cartoon Yellow Submarine; tuttavia non venne inclusa nella colonna sonora originale.

Sappiamo che il pezzo era stato composto a “due mani” da Lennon e McCartney, ma il personaggio delineato nel testo, forse per una revisione successiva ai due abbozzi di canzone, sembra essere lo stesso.
Se Brain Epstein è il destinatario del brano, cosa starebbe a significare il passo “Tuned to a natural E / Happy to be that way / Now that you’ve found another key / What are you going to play?”, che recita pressappoco così?:

Con l’accordatura sul Mi naturale,

felice di essere così,

adesso che hai trovato un’altra chiave [musicale],

cosa suonerai?

[Baby You’re A Rich Man]

The Beatles

Di fronte a queste parole sembra evidente che il destinatario delle parole è un musicista. E lo abbiamo individuato in Brian Wilson. Ma perché?

BRIAN WILSON, PAUL MCCARTNEY E SMILE.

Brian Wilson fu uno dei più grandi innovatori della musica Pop. Il suo Pet Sounds è stato fonte di ispirazione per molti musicisti. Tra questi c’è anche Paul McCartney, che in più di un occasione, ha affermato di essere stato influenzato dai lavori di Wilson. Lo stesso Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band deve molto a Pet Sounds, a detta del suo stesso autore.

Dopo Pet Sounds Brian Wilson si è imbarcato in un’opera molto ambiziosa, mai pubblicata e considerata per anni una sorta di Sacro Graal musicale: Smile.

Logo dell'album Smile.
Il progetto Smile, nonostante le recenti pubblicazioni di suoi surrogati, ha sempre esercitato un grande fascino su chi ha seguito con passione la tormentata vicenda di Brian Wilson.
Copertina di Visioni Rock di Lewis Shiner. Edizioni Fanucci. Collana Avantpop.
Lewis Shiner, Visioni Rock.
Il protagonista di questo fantastico romanzo è un appassionato di musica che scopre di avere il dono di apparire nel luogo e nel tempo in cui i dischi che ama sono stati realizzati, semplicemente ascoltandoli.
Si troverà proprio al cospetto dei Beatles e di Brian Wilson.
Il libro, pur essendo un’opera di fantasia, contiene numerose informazioni data la grande competenza in materia dell’autore.

VEGETABLES E LA GRANDE VALIGIA MARRONE. UN INDIZIO SUL PERSONAGGIO A CUI È DEDICATA BABY YOU’RE A RICH MAN?

Tra le canzoni che sarebbero dovute confluire in Smile troviamo un pezzo molto particolare che gira attorno alla figura di un uomo curiosamente innamorato di alcune verdure: Vegetables (o Vega-Tables).
Lo stesso McCartney è presente alle registrazioni. Leggenda vuole che le singolari percussioni fatte sgranocchiando un ortaggio non ben definito siano state “suonate” proprio da Paul.

Tra l’altro Paul si sarebbe potuto imbattere per la prima volta proprio in una di queste visite in un motivetto che riprenderà, consciamente o per caso, in uno dei momenti più difficili della sua carriere da Beatle; quando il gruppo che in pochi anni aveva conquistato il mondo si stava letteralmente liquefacendo sotto ai sui occhi per incomprensioni di natura artistica ed economica.

In Vegetables si parla di una “Big Brown Bag” piena di verdure. La stessa “Big Brown Bag” in cui il personaggio di Baby You’re A Rich Man nasconderebbe tutti i suoi soldi, mettendola poi accanto allo zoo.
La registrazione di Vegetables avviene tra aprile e giugno 67, mentre quella di Baby You’re a Rich Man l’11 maggio 1967. Le premesse per fare dell’ “uomo ricco” un omaggio al leader dei Beach Boys, aggiungendo l’accenno alla tematica musicale, ci sono tutte.

Vegetables è un esempio della bizzarria delle trovate compositive di Wilson sperimantate durante il periodo delle registrazioni per Smile.

PERCHÉ DEDICARE UNA CANZONE AL LEADER DEI BEACH BOYS?

Una volta John Lennon disse che il significato della canzone sta nell’incoraggiamento a smettere di lamentarsi, perché “siamo tutti delle persone ricche”.

Sappiamo che il progetto Smile fu interrotto tra il Dicembre del 1966 e il maggio del 1967, soprattutto a causa di problemi personali di Brian. Il compositore di punta dei Beach Boys entrò in un periodo di grande depressione (complici anche le droghe) da cui si riprese solo parecchi anni dopo. La leggenda narra che tre le cause del suo dispiacere vi fu anche la presa di coscienza di non poter essere in grado di eguagliare un capolavoro come Sgt. Pepper.

Brian Wilson dietro alla console in studio di registrazione.
Brian Wilson, oltre ad essere un formidabile compositore, provvedeva anche alla produzione dei suoi brani.

E se fosse proprio lui la persona che non si dovrebbe lamentare? Insomma, il pezzo dei Beatles potrebbe essere un invito a tirarsi su… in fondo Brian è abbastanza ricco (economicamente e artisticamente) da potersi permettere una bella vita in mezzo alla “beautiful people”, invece di sperperarla tra attacchi depressivi e isolamento autolesionista.
Forse l’accenno all’accordatura in Mi sarebbe quindi un rimando alle sue geniali trovate musicali, mentre la valigia marrone “nascosta” sarebbe la metafora di una persona che egoisticamente si chiude a riccio in un mondo alienato, senza condividere la sua “fortuna”, il suo dono, con il resto dell’umanità.

Lascia un commento